Un lungo cammino…

La propria strada è celata


Le mie poesie m’assomigliano
ma non sono io: un mio riflesso
polaroid sfuocato in bianco e nero
appena rassomigliante al mio vero
hanno con il mio vissuto un nesso
sono schegge del mio vissuto
tracce delle emozioni che appaiono
su un foglio bianco dello schermo
poi per mia distrazione  a volte
tra le sinapsi confuse scompaiano
riaffiorare dopo giorni in disarmo
confuse tra i miei gesti quotidiani
m’affanno a fissarle costantemente
tra un articolo di cruenta attualità
una partita o una semplice banalità
del vivere quotidiano opprimente
assomiglio alle mie poesie
sono parte mia: figlie mie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: