Un lungo cammino…

La propria strada è celata

           

       Stessi gesti, stesse parole
       ogni giorno, ogni notte
       mi perdo nei miei pensieri
       con l’ispirazione faccio a botte
       annego in mille fatti disordinati
       in questo mondo disorientato
       alla ricerca della giusta via
       rubo molti ritmi degli altri
       come nave in mare seguo la scia
       alla disperata ricerca delle mie radici
       ho attraversato terre ed oceani.

       Stesse parole, stessi gesti
       ogni notte, ogni giorno
       in un’altra lingua quella del ritorno
       perso nei fatti del mondo
       che dall’impazzimento ci desti
       condivisione parola d’ordine
       d’ogni pensiero ogni immagine
       il nostro spazio su di noi s’avvita
       confina il pensiero restringe la vita
       a gesti quasi meccanici, senza fine
       come computer ben programmati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: