Un lungo cammino…

La propria strada è celata




Rimpianto di me ingenuo bambino
affascinato davanti all’albero di Natale
ammaliato ad ogni più piccolo regalo
posto ai suoi piedi era un miracolo
l’atmosfera di quei giorni era magia
magia per me e tutta la famiglia
raccolta attorno al santo Natale
il bel presepe con cento statuine
il bue l’asino ed il bambinello
posti sotto il verde alberello
con gli addobbi colorati e mille
luci scintillanti colorate e lampeggianti.

Rimpianto di me ingenuo adulto
che credeva all’amore eterno
d’una moglie o quello fraterno
mi salvarono solo le sillogi e i versi
sconosciuti incantano le mie parole
sui social o su Instagram lascio il segno
io che da bambino ero bravo in disegno
ed adolescente sognavo le belle arti
finii ragioniere annegato nelle cifre
tra attivo e passivo, saldo di bilancio
ratio complesse ed analisi rompicapo
per far quadrare ciò che non piaceva.

Finii per amare l’informatica ed i computer
e fare loro programmi per nulla artistici
trovavo in ciò gran soddisfazione
e l’appagamento di veder riconosciuto
il mio impegno la mia caparbietà
nel rendermi utile in questa società
non essere un uomo come tanti altri
uno che si distingue in mezzo all’ovvietà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: