Un lungo cammino…

La propria strada è celata


Bevo il caffè amaro
che amara è la mia vita
segnata dal tradimento
trasformato in poesia
non c’è zolletta di zucchero
nei miei giorni dolorosi
dolenza mia fedele compagna
come un barboncino mi segue
alle volte si fa lupo
rende il mio giorno cupo
troppi i miei giorni in ospedale
filo rosso della mia esistenza
Bevo il caffè amaro
che amara è la mia essenza
dolce è solo la poesia
compagna fedele di malinconia
i miei versi non hanno rima
ma la loro presenza è in cima
ad ogni miei profondi pensieri
offrono luce ai giorni neri…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: