Un lungo cammino…

La propria strada è celata

Perduti tra le rocce
effimeri come soffio
nel vento dell’universo
memoria labile e fragile
come cristallo riluce
spezza i ricordi ricuce
vecchi lampi di memoria
senza filo senza storia
versi di cristallo
rimarranno a futura memoria
del mio percorso travagliato
tra rocce d’incomprensione
malintesi figli di una
difficile mia espressione
effimera la mia esistenza?
Vorrei vivere cent’anni
ma la morte è certa
perduti i miei versi
effimeri come un soffio
lampi della mia storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: