Un lungo cammino…

La propria strada è celata

Vidi la morte in faccia

Vidi la morte in faccia
a ventidue giorni d’età
nato prematuro per lei
dovevo essere un bel bocconcino
sorte volle che sopravvivessi
si segnò la sconfitta sulla mano
per una vendetta rapida nel tempo.

A quattordici anni colpì beffarda
i miei reni fragili e malandati
superai anche questa prova
senza sfiorar la dialisi: sua serva
a cinquantanni colpì il cervello
inondando di sangue le sinapsi
rinacqui dal suo mortale tranello.

Attendo il suo terzo assalto  
ridendole in faccia beffardo
d’averla sconfitta per due volte
consapevole della sua vittoria
che si muoia si sa è inevitabile
affrontarla vincenti per due volte
è ai più impresa improbabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: