Un lungo cammino…

La propria strada è celata





Mia moglie mi ha salvato la vita,
accorgendosi di un macchinario sfalsato
misurante i dati del mio cervello.
Per cui, mi hanno posto una d.v.p.*
e grazie a quest’ultima protesi sopravvivo.

Mia moglie come me ama viaggiare,
mi ha portato in Russia, in Polonia,
in Istria e in Corsica, entrambi andammo in USA,
con i nostri precedenti congiunti
Poi, con lei andai in Svizzera,
che già conoscevo per esserci
andato parecchio tempo addietro,
non ero stato a Ginevra ed a Montreux.
Mi portò anche in Austria a Salisburgo
la città di Mozart, ed io adoro le sue composizioni.

In Istria, volevo andarci poiché,
avevo conosciuto sul treno pendolare
tra Ventimiglia ed il Principato di Monaco,
una ragazza di origine istriana.
Facemmo amicizia essendo profughi ambedue
ci raccontammo le nostre storie
che ci assimilavano, anche se,
per vicende storiche molto dissimili!
Scoprii le sue coste ed i suoi monumenti
veneziani, con il leone di san Marco
che in ogni chiesa alberga: Parenzo, Buie
altre ancora, ed infine Pola ed il suo anfiteatro
che la fa sembrare una piccola Roma.

In Polonia fui sorpreso dalla piazza
di Cracovia, ancor più della piazza rossa
di Mosca, pur grande ed austera!Mia moglie ed io amiamo viaggiare
il viaggio è un nostro collante
il nostro filo rosso che ci unisce.



*Derivazione ventricolo peritoneale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: